Blog Post

News from us
01 settembre 2011

Supereva

||
0 Comment
|

Da qualche tempo è in circolazione il CD di Paolo Sereno “Con la chitarra”. Si tratta di una delle più interessanti pubblicazioni discografiche nel panorama italiano della chitarra fingerstyle

 

Il CD “Con la chitarra”, come avevo anticipato non è solo un CD audio contenente musica, ma è anche un Cd Rom contenete la biografia e il curriculum artistico di Paolo, alcune interessanti notizie sulla realizzazione del CD con riferimenti alla tecnica esecutiva, a Marcel Dadi ed ai musicisti che hanno accompagnato Paolo in questa fatica e udite udite, la tablatura con notazione di quasi tutti i brani originali presenti nella registrazione. Quasi tutti perché manca il brano “Dove riposa il polpo”, al suo posto è stato inserito il brano “180” che sarà allegato al metodo di chitarra fingerstyle di prossima pubblicazione, interamente curato e redatto da Paolo con esercizi, studi e trascrizioni. Siamo in trepidante attesa!! I brani sono in tutto quattordici, di cui sette scritti da Paolo, mentre gli altri sono di diversi autori. Di questi alcuni sono stati composti in originale per chitarra o sono stati trascritti.

Dei brani vorrei segnalare in particolare quelli che secondo me sono da mettere nella “cartella dei preferiti”, ma tutti meritano comunque grande attenzione. Zigadezua (che con i successivi brani One for Marcel e U-Friends costituisce la “Superpicking Suite”) con un accattivante motivo e caratterizzato dall’uso quasi esclusivo per l’intero brano del superpicking. Naturalmente non si può non apprezzare One for Marcel, direi il brano con il quale giustamente Paolo si è aperto le porte di una luminosa (gli auguriamo) e lunga carriera. U-Friends con passaggi che fanno riferimento alla tecnica esecutiva delle scale su due o tre corde chiamata “harp guitar style”. Il brano in è Si maggiore, tonalità che come dice lo stesso autore è molto affascinante sulla chitarra, cosa che condivido in pieno; Dove riposa il polpo è il primo di alcuni brani eseguiti in quartetto con Leo Gadaleta al violino, Filippo Cazzolla alla batteria e Antonio Paccione alle percussioni. Da notare i raffinati effetti percussivi che danno al brano una vera atmosfera “marina”. Dei brani originali di Paolo da segnalare anche la swingante Misteryo blues, eseguita sempre in quartetto, con un andamento poliritmico essendo impostato su un fraseggio a terzine di quarti contro un ritmo in “quattro”. Tight Trite Night di Don Ross per sola chitarra è un vero gioiellino, colpisce il suo andamento serrato e molto ritmico, ricco di effetti percussivi. Segue Kudda Duxx di Rick Ruskin, per quartetto, spensierata e dal bel andamento sincopato con una bella prova di Leo Gadaleta al violino. Vorrei infine segnalare la dolce ed intima Berkley Springs di David Essig. Si tratta comunque di un lavoro discografico molto interessante e di alto livello, dove tutti i quattordici brani meritano un ascolto approfondito.

 

Antonio Arrigoni – Guida di Chitarra del portale Supereva

|